News

12/06/2021

Chi governa la sanità: i direttori generali o l'assessore?

Pare paradossale la notizia che arriva dall'Asfo: un avanzo di quasi dieci milioni di euro. Un avanzo in un anno travolgente come quello della pandemia? Ha dell'incredibile, tanto più che pochi giorni fa, alla richiesta sindacale di rinnovare il contratto precario a quaranta persone in scadenza, il direttore generale ha risposto che vedrà caso per caso.
Ma cosa succede a questa sanità? Certo siamo stati travolti, la Fp Cgil lo ha detto in più di un'occasione, da questo evento straordinario. E' successo la prima volta, ma poi è successo di nuovo come se la prima fase non avesse insegnato nulla. Adesso siamo di nuovo nella confusione: Asufc forse, pare, non si sa avrà un buco di decine di milioni di euro; Asugi è in difficoltà nei suoi servizi, per fare solo un esempio ci vogliono giorni solo per cambiare il medico di famiglia perché sono stati dimezzati gli orari degli amministrativi dei distretti; all'Asfo i soldi avanzano .La domanda è: qualcuno la governa questa situazione? Qualcuno regge le redini della sanità del Fvg? Pare proprio non sia così salda la governance del sistema. Certo l'assessore risponderà, come fa sempre, che esistono dei DG e hanno la loro responsabilità. E' vero, ci sono i DG che sono anche pagati profumatamente per il lavoro che svolgono, ma anche in questo caso ci si chiede se possono fare quello che vogliono senza che nessuno supervisioni e, soprattutto, visto che le loro nomine non escono da un concorso, chi li ha scelti avrà anche lui una qualche responsabilità? Altrimenti è fin troppo facile fare l'assessore.
Quello che rimane certo, è che il personale ha dato tutto sé stesso e continua a farlo, le ferie per alcuni rischiano di essere una chimera, gli sforzi fatti non vedono un euro per ripagarli e l'assessore non convoca i sindacati per trovare un accordo sulle risorse aggiuntive per ripagare almeno in parte il personale. Il nostro Presidente della Regione è anche Presidente della Conferenza delle regioni: gli altri, quindi, guarderanno con occhio attento come si gestisce la sanità pubblica nel piccolo FVG. E' proprio questo che vogliamo far vedere?
Orietta Olivo
Segretaria regionale Funzione pubblica Cgil